Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 5797

Regione Campania
Decreto dirigenziale 24 settembre 2007, n. 155
AREA GENERALE DI COORDINAMENTO ISTRUZIONE - EDUCAZIONE - FORMAZIONE PROFESSIONALE - POLITICA GIOVANILE E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTÙ - OS-SERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO DEL LAVORO (O.R.ME.L.) SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE

Disposizioni attuative della Deliberazione di G.R. n. 853 del 18/05/07 avente ad oggetto Recepimento Accordo Stato Regioni D.Lgs. 195/03. Disposizioni per la formazione dei Responsabili e Addetti del Sevizio di Prevenzione e Protezione RSPP e ASPP. Percorsi di formazione professionale per Responsabili e Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione dei lavoratori.
B.U.R. 15 ottobre 2007, n. 54

IL DIRIGENTE DEL SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE

PREMESSO
- che con la deliberazione di G.R. n. 853 del 18/05/07, pubblicata sul B.U.R.C. n. 37 del 02/07/07, la Regione Campania ha recepito l’Accordo Stato - Regioni del 26/01/06 relativo al D.Lgs. 195/03 e dettato le prime disposizioni attuative dello stesso al fine di realizzare attività formative per RSPP e ASPP in coerenza con la propria normativa in materia di formazione professionale;
CONSIDERATO
- che la predetta deliberazione dà incarico al Dirigente del Settore Formazione Professionale di dettare ulteriori disposizioni al fine di implementare le predette attività formative per le figure di RSPP e ASPP ed i relativi corsi di Aggiornamento;
RITENUTO
Pertanto, necessario
- approvare l’Allegato 01, che è parte integrante del presente atto, relativo ai contenuti, durata e modalità di valutazione dei percorsi formativi dei Moduli A, B, C e di Aggiornamento previsti per gli Addetti e Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione (ASPP e RSPP);
- approvare i modelli degli attestati di frequenza con verifica dell’apprendimento relativi ai moduli A, B, C (All. 1a, 1b, 1c) e i modelli degli attestati di frequenza relativi ai moduli di Aggiornamento (All. 2a e 2b);
- inserire le schede sintetiche relative ai percorsi di formazione professionale dei moduli A, B, C, e di Aggiornamento per gli ASPP e RSPP nell’AREA A -TRASVERSALE degli INDIRIZZI OPERATIVI di cui alla deliberazione di G.R. n. 45 del 21/01/05 (All. 3a, 3b, 3c, 3d e 3e);
- stabilire che i Soggetti già autorizzati ai sensi della L.R. 19/87 per le annualità 2005 e 2006, in possesso dei requisiti previsti dall’Accordo, potranno inoltrare istanza di autorizzazione allo svolgimento dei corsi dei moduli A, B, C e di Aggiornamento, secondo le modalità previste dalla Circolare n. 01/2006, entro 15 giorni dalla pubblicazione del presente Decreto;
- stabilire, inoltre, che entro il predetto termine, i Soggetti, in possesso dei requisiti previsti dall’Accordo, potranno, altresì, integrare l’istanza di autorizzazione allo svolgimento dei corsi di Formazione Professionale Autofinanziati - L.R. 19/87 - inoltrata entro il 31/01/07 con la richiesta di svolgimento dei corsi dei moduli A, B, e C e di Aggiornamento;
- puntualizzare che sarà ritenuta valida la frequenza ai corsi realizzati antecedentemente all’entrata in vigore della deliberazione di G.R. n. 853 del 18/05/07, purché coerenti con le caratteristiche delineate dalla stessa;
VISTO
- la Legge 845/78;
- la L.R. n. 40/77
- la L.R. 19/87;
- l’Accordo Stato - Regioni del 26/01/06;
- le linee interpretative condivise dell’Accordo in Conferenza Stato - Regioni attuativo dell’art. 2, commi 2 e 3, del D.L.gs. 195/03 del 05/10/06;
- la Deliberazione n 853 del 18/05/07;
- la deliberazione di G.R. n. 45/05;
- il Decreto Dirigenziale n. 337 del 21/11/06
- la Circolare n. 1/06, allegata al predetto Decreto Dirigenziale;
- la Delibera di G.R. n. 3466 del 03 giugno 2000 e la circolare dell’Assessore al Personale n 5 del 12 giugno 2000;
Alla stregua dell’istruttoria compiuta dal Servizio 02 del Settore Formazione Professionale,
 

DECRETA

- di approvare l’Allegato 01, che è parte integrante del presente atto, relativo ai contenuti, durata e modalità di valutazione dei percorsi formativi dei Moduli A, B, C e di Aggiornamento previsti per gli Ad-detti e Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione (ASPP e RSPP);
- di approvare i modelli degli attestati di frequenza con verifica dell’apprendimento relativi ai moduli A, B, C (All. 1a, 1b, 1c) e i modelli degli attestati di frequenza relativi ai moduli di Aggiornamento (All. 2a e 2b);
- di inserire le schede sintetiche relative ai percorsi di formazione professionale dei moduli A, B, C, e di Aggiornamento per gli ASPP e RSPP nell’AREA A -TRASVERSALE degli INDIRIZZI OPERATIVI di cui alla deliberazione di G.R. n. 45 del 21/01/05 (All. 3a, 3b, 3c, 3d e 3e);
- di stabilire che i Soggetti già autorizzati ai sensi della L.R. 19/87 per le annualità 2005 e 2006, in possesso dei requisiti previsti dall’Accordo, potranno inoltrare istanza di autorizzazione allo svolgimento dei corsi dei moduli A, B, C e di Aggiornamento, secondo le modalità previste dalla Circolare n. 01/2006, entro 15 giorni dalla pubblicazione del presente Decreto;
- di stabilire, inoltre, che entro il predetto termine, i Soggetti, in possesso dei requisiti previsti dall’Accordo, potranno, altresì, integrare l’istanza di autorizzazione allo svolgimento dei corsi di Forma-zione Professionale Autofinanziati - L.R. 19/87 - inoltrata entro il 31/01/07 con la richiesta di svolgimento dei corsi dei moduli A, B, e C e di Aggiornamento;
- Di puntualizzare che sarà ritenuta valida la frequenza ai corsi realizzati antecedentemente all’entrata in vigore della deliberazione di G.R. n. 853 del 18/05/07, purché coerenti con le caratteristiche delineate dalla stessa;
- di inviare il presente Decreto, per il prosieguo di competenza, ai Settori Formazione Professionale delle Amministrazioni Provinciali competenti per territorio;
- di disporre la pubblicazione del presente atto sul B.U.R.C. e sul sito www.regione.campania.it.
 

IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Dott. Massimo ANGRISANO
 

Formazione base per ASPP e RSPP - MODULO A
Ore: 28 + esame

Obiettivi generali:
1. Conoscere la normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro.
2. Conoscere i vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, i loro compiti, le loro responsabilità e le funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori.
3. Conoscere in particolar modo gli aspetti normativi relativi ai rischi e ai danni da lavoro, le misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, i criteri metodologici per la valutazione dei rischi, i contenuti del documento di valutazione dei rischi, la gestione delle emergenze.
4. Conoscere le modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale.
Gli argomenti e i tempi dei moduli (1-7) sono quelli previsti dall’allegato A1 dell’Accordo.

Modalità di Valutazione del percorso formativo
Esame finale:

L’esame finale si svolge alla presenza di una Commissione così costituita:
- un funzionario del Settore Formazione Professionale in rappresentanza della Regione Campania, nominato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale o da suo delegato, in qualità di Presidente;
- due Rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale competente per territorio;
- un collaboratore amministrativo del Settore Formazione Professionale, nominato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale o da suo delegato, in qualità di Segretario, che cura la redazione degli atti amministrativi.
Sono ammessi all’esame finale coloro che hanno frequentato almeno il 90% delle ore del corso.
L’esame finale sarà basato su un test teso all’accertamento delle conoscenze acquisite con almeno 5 domande, a risposta multipla, per ogni modulo previsto (da 1 a 7) e prova orale.
L’elaborazione del test è di competenza del Gruppo Docente.

Attestato:
Il superamento dell’esame finale comporta il rilascio di un attestato di frequenza che certifica l’idoneità riscontrata e costituisce requisito per accedere ai corsi di specializzazione.

Credito Formativo:
L’attestato di frequenza del corso base costituisce Credito Formativo permanente per qualsiasi macrosettore.

Formazione specialistica per ASPP e RSPP - MODULO B
Ore: da 12 a 68 + esame

Tale Modulo rappresenta la formazione tecnica specialistica adeguata alla specificità lavorativa e di rischio di ogni singolo comparto produttivo.
Questo corso si articola in 9 macrosettori, costruiti tenendo conto dell’analogia dei rischi presenti nei vari comparti in base alla classificazione dei settori ATECO, di cui ai prospetti dell’Allegato A2 dell’Accordo.
In detti prospetti sono riportati i contenuti e i tempi complessivi che devono essere applicati per la formazione tecnica specifica del macro-settore corrispondente.
La definizione quantitativa dei singoli argomenti da trattare all’interno del macrosettore, pertanto, è lasciata ai soggetti formatori, nel rispetto dei minimi indicati per ciascun tipo di macrosettore, livello di rischio e tipo di produzione. Gli Addetti SPP e i Responsabili SPP formati per un macrosettore possono esercitare le rispettive funzioni solo all’interno di detto macrosettore.
In caso di nomina in azienda di macrosettore diverso da quello di formazione, dovrà essere effettuata la formazione specifica.
Obiettivi generali
a) conoscere i fattori di rischio e le misure di prevenzione e protezione presenti negli specifici comparti.
b) Acquisire capacità di analisi per individuare i pericoli e quantificare i rischi presenti negli ambienti di lavoro del comparto.
c) Contribuire alla individuazione di adeguate soluzioni tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza per ogni tipologia di rischio.
d) Contribuire ad individuare, per le diverse lavorazioni del comparto, gli idonei dispositivi di protezione individuali - DPI.
e) Contribuire ad individuare i fattori di rischio per i quali è prevista la sorveglianza sanitaria.
Gli argomenti e i tempi dei moduli sono quelli previsti dall’Allegato A2 dell’Accordo.

Valutazione del percorso formativo
La valutazione si articola in verifiche intermedie e nell’esame finale.
Verifiche intermedie: durante lo svolgimento del corso di specializzazione il livello di apprendimento è controllato tramite verifiche strutturate sia a test sia come soluzioni di casi per ogni rischio considerato.
Esame finale:
L’esame finale si svolge alla presenza di una Commissione così costituita:
- un funzionario del Settore Formazione Professionale in rappresentanza della Regione Campania, nominato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale o da suo delegato, in qualità di Presidente;
- due Rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale competente per territorio;
- un collaboratore amministrativo del Settore Formazione Professionale, nominato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale o da suo delegato, in qualità di Segretario, che cura la redazione degli atti amministrativi.
Sono ammessi all’esame finale coloro che hanno frequentato almeno il 90% delle ore del corso. L’esame si svolge secondo le seguenti modalità:
- simulazione obbligatoria, al fine di misurare le competenze tecnico-professionali di settore con soluzioni di casi coerenti con l’attività dei due diversi ruoli (ASPP e RSPP);
- test e colloquio finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente.
L’elaborazione delle prove è di competenza del Gruppo Docente.

Attestato:
Il superamento dell’esame finale comporta il rilascio di un attestato di frequenza che certifica l’idoneità riscontrata. L’attestato, inoltre, dovrà riportare il macro-settore di riferimento del corso e il riferimento del/i settore/i ATECO, in quanto è solo all’interno del macrosettore interessato che il Responsabile o l’Addetto potranno svolgere le specifiche funzioni.

Credito Formativo:
L’attestato di frequenza del corso di specializzazione (Modulo B) costituisce Credito Formativo con fruibilità quinquennale anche per l’eventuale nomina a RSPP o ASPP in altra azienda dello stesso macrosettore. Costituisce prerequisito per la funzione di RSPP.
In ogni caso, dopo cinque anni dalla data di conseguimento dell’attestato scatta l’obbligo dell’aggiornamento.

Formazione specialistica per RSPP - MODULO C
Ore: 24 + esame

Obiettivi generali:
È il corso di specializzazione per soli RSPP e riguarda la formazione su prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e psico-sociale, di organizzazione e gestione delle attività tecnico-amministrative, di tecniche di comunicazione in azienda e dì relazioni sindacali.
Obiettivi generali: Il modulo integra il percorso formativo dei Responsabili SPP, al fine di sviluppare le capacità gestionali e relazionali e di far acquisire elementi di conoscenza su:
a) sistemi di gestione della sicurezza;
b) organizzazione tecnico-amministrativa della prevenzione;
c) dinamiche delle relazioni e della comunicazione;
d) fattori dì rischio psico-sociali ed ergonomici;
e) progettazione e gestione dei processi formativi aziendali;
Gli argomenti e i tempi dei moduli (1- 4) sono quelli previsti dall’Allegato A3 dell’Accordo.

Valutazione del percorso formativo

La valutazione si articola in verifiche intermedie e nell’esame finale.

Verifiche intermedie
: durante lo svolgimento del corso di specializzazione il livello di apprendimento di ogni argomento sarà controllato tramite verifiche strutturate sia a test sia come soluzioni di casi.

Esame finale:

L’esame finale si svolge alla presenza di una Commissione così costituita:
- un funzionario del Settore Formazione Professionale in rappresentanza della Regione Campania, nominato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale o da suo delegato, in qualità di Presidente;
- due Rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale competente per territorio;
- un collaboratore amministrativo del Settore Formazione Professionale, nominato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale o da suo delegato, in qualità di Segretario, che cura la redazione degli atti amministrativi.
Sono ammessi all’esame finale coloro che hanno frequentato almeno il 90% delle ore del corso.
L’esame si svolge secondo le seguenti modalità:
- test e colloquio finalizzato a verificare le competenze organizzative, gestionali e relazionali previste dalla funzione di RSPP.
L’elaborazione delle prove è di competenza del Gruppo Docente.

Attestato:

Il superamento dell’esame finale comporta il rilascio di un attestato di frequenza che certifica l’idoneità riscontrata.

Credito Formativo:

L’attestato di frequenza del corso di specializzazione (modulo C) costituisce Credito Formativo permanente per qualsiasi macro-settore.

CORSI DI AGGIORNAMENTO
L’art. 8 bis del decreto legislativo n. 626 del 1994, introdotto dal decreto legislativo n. 195 del 2003, al comma 5 prevede per i responsabili e per gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro la partecipazione a corsi di aggiornamento da effettuarsi con periodicità quinquennale relativi ai macrosettori del percorso formativo di specializzazione (modulo B) .
I corsi di aggiornamento dovranno far riferimento ai contenuti dei moduli del rispettivo percorso formativo, con particolare riguardo:
a) al settore produttivo di riferimento;
b) alle novità normative nel frattempo eventualmente intervenute in materia;
c) alle innovazioni nel campo delle misure di prevenzione.
La durata di detti corsi, rapportata ai macrosettori Ateco, è così articolata:

Per Responsabili SPP
60 ore + esame finale per i Responsabili dei macrosettori di attività Ateco 3, 4, 5, 7.
40 ore + per i Responsabili dei macrosettori di attività Ateco n. 1, 2, 6, 8, 9.

Per Addetti SPP
28 ore + esame finale per tutti i macrosettori di attività Ateco.

Metodologia di insegnamento / apprendimento:
Sarà necessario garantire un equilibrio tra lezioni frontali, esercitazioni in aula e relative discussioni, nonché lavori di gruppo.

Valutazione del percorso formativo

La valutazione si articola in verifiche intermedie e nell’esame finale.

Verifiche intermedie:
durante lo svolgimento del corso di aggiornamento il livello di apprendimento è controllato tramite verifiche strutturate sia a test sia come soluzioni di casi per ogni rischio considerato.

Esame finale:
L’esame finale si svolge alla presenza di una Commissione così costituita:
- un funzionario del Settore Formazione Professionale in rappresentanza della Regione Campania, nominato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale o da suo delegato, in qualità di Presidente;
- due Rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale competente per territorio;
- un collaboratore amministrativo del Settore Formazione Professionale, nominato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale o da suo delegato, in qualità di Segretario, che cura la redazione degli atti amministrativi.
Sono ammessi all’esame finale coloro che hanno frequentato almeno il 90% delle ore del corso. L’esame si svolge secondo le seguenti modalità:
- simulazione obbligatoria, al fine di valutare le competenze tecnico-professionali di settore con soluzioni di casi coerenti con l’attività dei due diversi ruoli (ASPP e RSPP);
- test e colloquio finalizzato a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente.
L’elaborazione delle prove è di competenza del Gruppo Docente.

Attestato:

Il superamento dell’esame finale comporta il rilascio di un attestato di frequenza che certifica l’idoneità riscontrata. L’attestato, inoltre, dovrà riportare il macro-settore di riferimento del corso e il riferimento del/i settore/i ATECO, in quanto è solo all’interno del macrosettore interessato che il Responsabile o l’Addetto potranno svolgere le specifiche funzioni.

Credito Formativo:

L’attestato di frequenza del corso di Aggiornamento costituisce Credito Formativo con fruibilità quinquennale. Ogni 5 anni dovrà essere prevista una nuova attività di aggiornamento.

Allegati