Stampa
Categoria: 2018
Visite: 5921

Tipologia: Accordo
Data firma: 20 agosto 2018
Validità: 01.01.2018 - 31.12.2021
Parti: Prosol/Confindustria e Fai-Cisl, Flai-Cgil, RSU
Settori: Agroindustriale, Prosol
Fonte: flai.lombardia.it

Sommario:

 

Premessa
Fase 1
Fase 2
Modalità di erogazione del premio

 

Beni e servizi (benefit) erogati in sostituzione degli importi del PDR
Durata del premio
Clausole finali
Allegato 1


Verbale d’accordo

Oggi 20 agosto 2018 presso la sede di Prosol spa in Via Carso, 99 Madone (Bergamo), tra la Prosol spa medesima […], assistita da Confindustria Bergamo […] e i dipendenti della suddetta Società rappresentati ed assistiti rispettivamente dalla Fai-Cisl e Flai-Cgil […], presente la RSU […]

Premesso
• che le parti si sono incontrate in sede aziendale ed in sede sindacale al fine di costruire percorsi ed obiettivi che consentano di affrontare le problematiche della contrattazione di secondo livello in termini costruttivi, trasparenti e partecipativi, nel rispetto di quanto previsto dall’Art. 55 lettera A del CCNL Alimentari Industria;
• che la Società ha fornito dettagliate informazioni su prospettive produttive, sia aziendali che di settore, Investimenti, occupazione;
• che in sede di approfondimento delle tematiche di cui sopra è emersa l’opportunità di dare risalto agli obiettivi di incremento di efficienza ed efficacia del sistema azienda, di incremento della redditività e della partecipazione dei lavoratori quale fattore fondamentale di miglioramento dell’immagine e della competitività della Prosol spa
• che un compenso annuo legato ad obiettivi denominato “premio di risultato” (PDR), è caratterizzato da una erogazione economica variabile che viene determinata in funzione del raggiungimento annuale di predeterminati risultati e di partecipazione.
tutto ciò premesso, si è convenuto quanto segue
• A decorrere dal 1 gennaio 2018, le parti concordano di rinnovare le intese per la definizione di un compenso variabile, legato ad obiettivi, determinato direttamente dai risultati ottenuti su base annua e quantificato con riferimento a parametri di natura produttiva ed economica predefiniti, denominato "Premio di risultato" (di seguito PDR).
• Il PDR, in entrambe le Fasi di seguito indicate, viene calcolato su base annuale in relazione ai risultati conseguiti nell'esercizio precedente dal 1 gennaio al 31 dicembre (= anno di riferimento).
• L’Importo annuo del PDR (valore nominale) viene definito nella somma complessiva di € 900 lordi per l'anno 2018 e gli importi successivi verranno concordati annualmente.
• La strutturazione del PDR viene articolata individuando due fasi distinte:

Fase 2: al raggiungimento degli obiettivi specificati in almeno uno degli indicatori di entrata all’interno della Fase 1, viene creato il valore Nominale del PDR, la cui successiva erogazione sarà strettamente correlata al raggiungimento di determinati risultati riferiti a specifici indicatori come di seguito indicati, secondo le tabelle inserite nell’allegato n° 1 che forma parte integrante del presente accordo:

Indicatori Fase 2

Redistribuzione sulla Presenza

Peso %

Produttività

si

20%

Qualità

si

20%

Richiesta di azioni Correttive (R.A.C.)

si

20%

Sicurezza

si

20%

[...]
Sicurezza: Il parametro è definito in relazione ad un report da effettuarsi una volta ogni tre mesi nel quale vengono attribuiti dei punteggi compresi tra 0 e 2 (0 = non adeguato; 1 = accettabile; 2 = adeguato) a comportamenti che vengono identificati nel rispetto delle norme di sicurezza in azienda e nel rispetto all’igiene o alla salute personale e/o collettiva. La valutazione avverrà in seguito alla valutazione di 5 condizioni comportamentali effettuate senza preavviso gestite da una "squadra" composta dal Rappresentante Sindacale Unitario presente in azienda e da un componente delegato dalla direzione aziendale.

Allegato 1
[…]
Parametro sicurezza
Viene definita una "check list" volta a verificare l’osservanza di comportamenti considerati "virtuosi", utili per perseguire una politica di prevenzione in ambito sicurezza.
Il punteggio, che in misura massima potrà pertanto essere pari a 14, sarà valutato per ogni singola area. La scala di valori che determinerà il premio è quella di seguito illustrata:
Il parametro è definito in relazione ad un report da effettuarsi una volta ogni due mesi nel quale vengono attribuiti dei punteggi compresi tra 0 e 2 (0 = non adeguato; 1 = accettabile; e 2 = adeguato) a comportamenti che vengono identificati nel rispetto delle norme di sicurezza in azienda e nel rispetto all'Igiene o alla salute personale e/o collettiva.
La valutazione avverrà in seguito alla valutazione di 7 condizioni comportamentali effettuate senza preavviso gestite da una "squadra” composta dal Rappresentante Sindacale Unitario presente in azienda e da un componente nominato dalla direzione aziendale.

 

Nutrizione Animale

Mix nucleotidi

Laboratorio

Uffici

Magazzino

RNA

Idrolisi RNA

Utilizzo DPI

 

 

 

 

 

 

 

Agile accesso alle vie di fuga

 

 

 

 

 

 

 

Agile accesso ad estintori/idranti

 

 

 

 

 

 

 

Ordine e pulizia postazione di lavoro e spazi interni

 

 

 

 

 

 

 

Ordine e pulizia aree esterne di pertinenza

 

 

 

 

 

 

 

Materiale utilizzato riposto negli appositi spazi

 

 

 

 

 

 

 

Rispetto divieto di fumo e aree fumatori

 

 

 

 

 

 

 

Per ogni parametro verrà attribuito un valore da 0 a 2, corrispondenti a:
0 = non adeguato; 1 = accettabile; e 2 = adeguato
[…]