Stampa
Categoria: 2018
Visite: 5301

Tipologia: Accordo
Data firma: 21 settembre 2018
Validità: 01.01.2018 - 31.12.2021
Parti: Confagricoltura e Confederdia, Fai-Cisl
Settori: Agroindustriale, Quadri ed Impiegati agricoli, Trentino

Sommario:

 

Decorrenza, durata del Contratto territoriale e procedure di rinnovo
Lavoro straordinario, festivo, notturno
Giorni Festivi - Festività nazionali e infrasettimanali
Retribuzione
Tutela della salute
Indennità di cassa

 

Quota sindacale per delega
Contributo di assistenza contrattuale territoriale
Premio di continuità di servizio
Condizioni di miglior favore
Esclusività di stampa - Archivi contratti
Norma transitoria


Accordo 21 settembre 2018

Il 21.9.2018, in Trento, presso la sede della Confagricoltura del Trentino tra: Confagricoltura del Trentino […] e Confederdia […], Fai - Cisl […], facendo seguito alle trattative intercorse, si stabilisce quanto segue:

Lavoro straordinario, festivo, notturno
Fermo restando che il ricorso all'istituto della Banca delle ore è una scelta del dipendente, ma l’utilizzo dei riposi compensativi deve invece avvenire compatibilmente con le esigenze organizzative dell'azienda e del mercato, detto istituto va dunque regolamentato, come da art. 20 del CCNL Quadri ed Impiegati agricoli, in particolare viene determinato come segue:
- quota massima di 300 ore di trasformazione dello straordinario in riposo compensativo da usufruire entro 18 mesi dalla maturazione; superato tale termine dovranno essere remunerate in busta paga;
- modalità di riconoscimento in busta paga dello straordinario e della relativa scelta di ricorso alla banca delle ore

Tutela della salute
Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione
In ottemperanza alle disposizioni legislative del Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro, si sollecita l’adeguamento aziendale alla organizzazione della sicurezza, nonché agli adempimenti informativi e formativi in esso previsti.
Qualora l'imprenditore designi un proprio dipendente, quale Responsabile del servizio di prevenzione e protezione, si stabilisce il riconoscimento di una specifica indennità mensile di 50 euro lorde per 12 mensilità.
Le spese legali imputate al lavoratore in conseguenza di azioni giudiziarie nei suoi confronti derivante dallo svolgimento del ruolo attribuito o di fatto riconoscimento sono ad esclusivo carico del datore di lavoro. Il datore di lavoro potrà far fronte a tale obbligo con copertura assicurativa.

Norma transitoria
Si richiede una volta rinnovato il presente contratto territoriale che si proceda ad un'armonizzazione con le norme acquisite nelle precedenti contrattazioni integrative e territoriali.