TRGA Trento, Sez. Unica, 21 marzo 2022, n. 64 - Obbligo vaccinale per gli operatori sanitari: la giurisdizione è del Giudice Ordinario


 

Pubblicato il 21/03/2022


N. 00064/2022 REG.PROV.COLL. N. 00131/2021 REG.RIC.


 


R E P U B B L I C A I T A L I A N A

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO


Il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento (Sezione Unica)
ha pronunciato la presente

SENTENZA
 

 


sul ricorso numero di registro generale 131 del 2021, proposto da RICORRENTI rappresentati e difesi dall’avvocato Daniele Granara, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
contro
Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia autonoma di Trento, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avvocati Renata Aleotti, Marco Pisoni, Silvia Dal Ri e Omar Martino Antonio Orrigo, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto in Trento, via Degasperi, n. 79, presso il Servizio affari generali e legali dell’Azienda;
per l’annullamento
dell’atto del Dipartimento di Prevenzione l’Azienda provinciale per i servizi sanitari della Provincia autonoma di Trento prot. n. -OMISSIS- e di tutti gli altri di analogo tenore e contenuto, notificati ai ricorrenti con i quali è stata accertata ai sensi dell’art. 4, comma 6, del decreto legge n. 44 del 2021, convertito dalla legge n. 76 del 2021, l’inosservanza, da parte della ricorrente dell’obbligo vaccinale previsto per la prevenzione dell’infezione da SARS- CoV-2, e di ogni altro atto presupposto, conseguente o connesso, ivi compresi l’atto del Dipartimento di Prevenzione prot. n. -OMISSIS- e tutti gli altri di analogo tenore e contenuto notificati ai ricorrenti, l’atto del Dipartimento di Prevenzione prot. n. -OMISSIS- e di tutti gli altri di analogo tenore e contenuto notificati ai ricorrenti, con conseguente condanna delle Amministrazioni intimate al risarcimento dei danni cagionati ai ricorrenti dai provvedimenti impugnati, eventualmente previa disapplicazione dell’art. 4 del decreto legge n. 44 del 2021, commi 4, 5, 6 e 7, o rimessione alla Corte Costituzionale della questione di legittimità costituzionale dell’art. 4 del decreto legge n. 44 del 2021, commi 4, 5, 6 e 7, per contrasto con gli articoli 1, comma 2, 3, 11, 13, 24, 32, 2, comma 2, 36 e 117 Cost.;

Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visto l’atto di costituzione in giudizio di Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia Autonoma di Trento;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell’udienza pubblica del giorno 10 marzo 2022 il dott. Carlo Polidori e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

  

 

Vai al pdf